5 modi per sincronizzarsi con la propria intuizione

La nostra intuizione è un po’ come il nostro GPS interiore. Se avete mai sentito il vostro stomaco chiudersi dopo aver preso una decisione che si è poi rivelata sbagliata… sapete cosa intendo. Essere in contatto con il nostro intuito non significa però solo prendere giuste decisioni, ma anche sapere di cosa abbiamo bisogno.

Quindi ora più che mai è il momento perfetto per riconnettersi con il proprio intuito, mettere in funzione quel GPS e trovare la propria direzione. Ecco alcune tecniche che possono aiutarci a fare proprio questo.

  1. Scrittura libera

Questa tecnica è particolarmente potente se messa in atto come prima cosa al mattino o poco prima di andare a letto. La scrittura libera è tutta una questione di seguire la scia di ciò che ti viene in mente, senza pensarci troppo. Non serve cercare di scrivere qualcosa di “buono” o “struggente”, basta scrivere solo ciò che vi viene in mente. Si può iniziare con qualcosa di molto banale, come i lavori da fare in casa, ma poi gli appunti potrebbero trasformarsi in qualcosa di più profondo, domande e dubbi che ti stai ponendo, trovando forse anche le risposte.

La scrittura libera al mattino può essere un ottimo modo per liberare la mente prima di iniziare la giornata, mentre farlo prima di andare a letto può aiutarvi a scaricare ed elaborare i vostri pensieri prima di dormire. Non è nemmeno necessario tenere quello che hai scritto – molte persone scelgono di strappare e buttare via i propri appunti. Questo può aiutarti a non affezionarti a ciò che scrivi e a renderlo ancora più “libero”.

  1. Meditazione

Quando siamo circondati dal rumore, può essere difficile sentire noi stessi e, al momento, le cose sembrano piuttosto rumorose. Dai titoli delle notizie e dei social media alle continue richieste di video chiamate… è comprensibile che alcuni di noi abbiano voglia di silenzio!

La meditazione è un modo utile per ritrovare la quiete e sintonizzarsi su sé stessi. Esercizi come la scansione del corpoci aiutano a sintonizzarci sulle aree di tensione, mentre la Mindfulness ci incoraggia a diventare l’osservatore dei nostri pensieri e ad accettare le emozioni senza cercare di cambiarle.

Il semplice atto di prendersi del tempo per rallentare il ritmo, stare fermi e concentrarsi sul nostro respiro, può permettere ai nostri bisogni di emergere in superficie.

  1. Redazione di un diario

Un po’ più strutturato rispetto alla scrittura libera, l’uso del diario può aiutarvi ad analizzare le vostre preoccupazioni/aree specifiche della vostra vita. Potreste voler usare un diario guidato come The Happiness Planneroppure The Positive Planner che contengono già dei suggerimenti su aree sulle quali riflettere, citazioni che possono farti affiorare delle considerazioni, spazi per gli appunti su cosa sei grato ecc…

  1. Street Wisdom (Saggezza di strada)

Un’idea ideata da David Pearl, la Street Wisdom è basata sul principio dell’intuizione per eccellenza: porsi una domanda, andare a fare una passeggiata nella propria zona (rispettando i decreti vigenti ovviamente), sintonizzare i propri sensi e trovare risposte in luoghi inaspettati. Descritta come un mix dinamico di psicologia, creatività, consapevolezza e scienza cognitiva, Street Wisdom si basa sulla semplice idea che la saggezza sia sempre disponibile quando sappiamo come cercarla.

Spero di avervi dato degli spunti utili. Sappiate che non siete soli e, se siete alla ricerca di una guida, potreste trovare utile il coaching per inserire alcune coordinate nel vostro sistema GPS, se ne sentite la necessità.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.